Categorie
Suggerimenti e partner

Cosa può inquinare l’acqua

Quali sono le sostanze che inquinano l’acqua? Quali sono quegli elementi che rendono l’acqua che arriva fino al rubinetto di casa poco sicura o non idonea al consumo alimentare?

Tutti noi facciamo bene a porci queste domande perché la qualità dell’acqua che beviamo influisce direttamente sulla nostra salute.

Ricordiamo infatti che l’acqua che beviamo di solito deve essere ben bilanciata e dunque non essere nè particolarmente ricca di un determinato elemento nè troppo povera di specifici minerali.

Deve insomma essere un’acqua equilibrata che contenga la giusta quantità di minerali ed elementi necessari al nostro organismo.

Al tempo stesso, non devono essere presenti elementi nocivi che possono rappresentare un pericolo per la salute ed inoltre conferire all’acqua un sapore poco gradevole. Ma quali sono in particolare questi elementi in grado di inquinare l’acqua? vediamoli di seguito.

Alcune delle sostanze che inquinano l’acqua

Ad inquinare maggiormente l’acqua sono i batteri, i residui organici, insetticidi e diserbanti agricoli, metalli e sostanze tossiche.

La loro presenza può variare in base a diversi fattori come ad esempio la fonte dalla quale ci si approvvigiona e la rete idrica stessa. In genere l’acqua che arriva dall’acquedotto comunale è più controllata e non dovrebbe presentare quantomeno sostanze pericolose come i metalli pesanti.

Il discorso è ben diverso per l’acqua che viene invece dal pozzo, la quale tipicamente presenta prodotti che vengono utilizzati in agricoltura quali diserbanti ed altre sostanze tossiche.

In entrambi i casi, ad influire sulla qualità dell’acqua che arriva in casa è anche la situazione delle tubature. Soprattutto il tratto finale, e dunque quello che giunge direttamente in casa, potrebbe essere infatti particolarmente vetusto e dunque ossidato.

La conseguenza è che determinate sostanze pericolose possono essere rilasciare dalle tubature ed immesse nell’acqua che poi andiamo a bere. Questa è una eventualità da scongiurare e per questo facciamo bene a preoccuparci della qualità dell’acqua che arriva in casa.

Come rimediare a questo tipo di inquinamento?

L’acqua non ha alcun tipo di possibilità di difendersi dalle sostanze tossiche o da altre sostanze inquinanti, così come non vi è alcuna naturale possibilità dell’acqua di difendersi da una contaminazione batterica.

Per questo motivo è necessario ricorrere a dei metodi alternativi che sono in grado di eliminare ogni tipo di sostanza inquinante o che comunque rende pericoloso il consumo dell’acqua.

L’inquinamento dell’acqua può essere infatti efficacemente eliminato grazie a specifici impianti di depurazione, che vanno installati direttamente in casa e che sono immediatamente efficaci sin dal primo momento.

Una volta installato infatti, l’acqua inizierà da subito ad avere un sapore molto più gradevole e soprattutto verranno eliminate tutte quelle sostanze che impedivano all’acqua di essere idonea al consumo alimentare.

Per quel che riguarda i prezzi dei depuratore acqua casa, questi variano in base alla loro tipologia. Ci sono infatti quelli che funzionano ad osmosi inversa, quelli con filtri al carbone attivo, quelli a depurazione magnetica e quelli con addizionatore di anidride carbonica, ad esempio.

Trattandosi di tecnologie diverse va a variare anche il prezzo. Per questo motivo è sempre bene scegliere un modello di depuratore specifico per risolvere il problema legato all’acqua cui si ha accesso.

Individuato il giusto tipo di depuratore sarà possibile farlo installare, il che è una operazione rapida e richiede al massimo qualche ora di tempo, per iniziare da subito a bere un acqua dal sapore decisamente gradevole e soprattutto che sia finalmente sicura e dunque idonea per il consumo alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.