Categorie
Statistiche

Italiani, l’80% invecchia bene: la salute in primo piano

Si sa che l’Italia è un paese che conta moltissime teste d’argento: ma come vivono le persone più in là con gli anni? Tutto sommato bene, come rivela una recente ricerca realizzata da Doxa Pharma per Nutricia FortiFit attraverso interviste online a 500 italiani con più di 60 anni per monitorare il loro stato di salute e la percezione del proprio benessere psicofisico. In particolare l’analisi ha suddiviso gli anziani italiani in tre categorie: i Perennials, che sono il 40% del totale, che hanno un atteggiamento produttivo e positivo nei confronti della vita; i Silver Lines, più cauti rispetto ai precedenti ma comunque attenti al benessere e ai rapporti sociali e che sono un altro 40% del campione; infine i Gloomers, 20% della popolazione over italiana, rappresentato in prevalenza da donne e che vivono l’età con una certa stanchezza e disimpegno.

La salute? Buona o ottima per quasi il 70%

Un indicatore interessante è che il  43% del campione totale definisce “buono” il proprio stato attuale di salute, il 19% “molto buono” e il 5% addirittura “eccellente”, facendo così che il 67% dei rispondenti sia positivo in merito al proprio stato fisico. Per mantenere e migliorare la propria salute, il 56% degli intervistati ha dichiarato di sottoporsi regolarmente a controlli ed esami e il 52% di fare movimento e attività fisica, il 40% segue una dieta o mangia in maniera più corretta, il 25% usa integratori alimentari e il 12% ricorre anche ad alcuni trattamenti specifici (fisioterapia, terme, massaggi…). Meglio ancora per la forma mentale: l’85% degli over 60 italiani si sente soddisfatto dal proprio stato di forma mentale (memoria e capacità di concentrazione) e il 68% dalla propria energia e vitalità nello svolgere le attività quotidiane. Soffrono di più invece le articolazioni, muscoli e ossa, che vedono alzarsi e di molto le percentuali di chi non ne è soddisfatto. Per far fronte ai problemi di salute, il 36% degli intervistati ha fatto ricorso ad integratori alimentari, il 33% a farmaci, il 24% ha modificato il proprio stile di vista prestando più attenzione all’alimentazione e il 19% aumentando l’attività fisica, il 18% ha utilizzato prodotti naturali/erboristici/omeopatici e il 9% ha iniziato un ciclo di fisioterapia.

Obiettivo benessere

Ma cosa desiderano per se stessi i “grandi” d’Italia? In generale, il benessere rappresenta la maggiore aspirazione futura per il 73% del campione (le donne sono più propense a raggiungerlo attraverso l’alimentazione, gli uomini tramite l’attività fisica), seguito dai viaggi (54%), dai rapporti sociali (46%), dalla cultura (43%) e dalle finanze (33%, soprattutto per gli uomini e per chi si prende cura dei nipoti).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.